Fabrizio Basciano

fabriziobasciano@hotmail.com

Dopo gli studi classici mi laureo in Musicologia e beni musicali presso l’Università La Sapienza di Roma. Contemporaneamente studio composizione al Saint Louis College of Music (col M° Ferdinando Nazzaro) e al Conservatorio Santa Cecilia (coi Maestri Matteo D’Amico e Antonio Di Pofi). Agli studi musicologici e compositivi affianco quelli di musica elettronica e storia del jazz, discipline studiate presso il Saint Louis College of Music rispettivamente col M° Luca Spagnoletti e il giornalista e scrittore Adriano Mazzoletti. Tra il 2011 e il 2013 insegno in diversi Corsi Nazionali di Formazione e Perfezionamento Musicale erogati da AMA Calabria e patrocinati dal Miur, tra cui Musica per Film e Musica elettronica & Hard disk recording. A queste docenze, e sempre per AMA Calabria, affianco quella di Elettronica in Musica interna al POR FSE CALABRIA 2007/2013. Mi abilito all’insegnamento di A030 – Musica nella Scuola Secondaria di Primo Grado col TFA II Ciclo (voto 98/100) presso il Conservatorio Statale di Musica “F. Torrefranca” di Vibo Valentia e conseguo successivamente la titolarità della cattedra di Musica nella Scuola Secondaria di Primo Grado risultando vincitore in luogo del Concorso a cattedra 2016, regione Toscana. Dopo avervi a lungo ricoperto il ruolo di tenore II, nel 2011 e in qualità di direttore vinco col Coro Symphonia Istituto Musicale “S. Guzzi” di Lamezia Terme il 2° premio al 1° Concorso Nazionale Corale di AMA Calabria. All’attività corale affianco quella discografica, con diverse pubblicazioni all’attivo, tra cui: “8 pezzi brevi” (2013); “Le 7 perle di Belzebù”, opera elettroacustica liberamente tratta dal libro “I Racconti di Belzebù a suo nipote” di G.I.Gurdjieff (ed. Nostress Netlabel, 2014); “Klar” (2014), i cui brani hanno ricevuto l’aiuto tecnico e la supervisione di Franco Battiato. Dal 2014 scrivo, in qualità di musicologo e critico musicale, per Il Fatto Quotidiano (cartaceo e online), e dal 2016 collaboro col Teatro dell’Opera di Firenze e il Festival della Valle d’Itria, pubblicando per loro saggi musicologici su autori e opere vari. Sono poi autore dei libri Battiato ’70, tra popular music e avanguardie colte (Edizioni Crac, 2015) e La Bottega dei Falsautori, il grande bluff della musica pop (Edizioni Arcana, 2018), quest’ultimo con la presentazione di Marco Travaglio e la prefazione di Elvidio Surian. Dal 2017 sono editore del periodico online EurekArte, magazine di divulgazione scientifico-artistica, e sempre dal 2017 collaboro con la rivista bilingue Estro Lifestyle Magazine, per la quale realizzo interviste ad artisti di fama mondiale (tra gli altri Roberto Bolle, Willem Dafoe e Stefano Bollani). Nel mese di ottobre del 2019 ricevo dall’editore Rugginenti di Milano due distinte commissioni per una Storia della popular music (jazz, pop, rock) che integrerà l’imminente nuova edizione del IV Tomo del Manuale di Storia della Musica di Elvidio Surian e, in forma sintetica, l’inedita edizione compatta di tutti e quattro i tomi del medesimo manuale. Di prossima uscita è anche il volume Nulla sarà come prima, collettanea edita dall’editore Guida e contenente al suo interno il mio saggio dal titolo La canzone con la mano tesa. Sono attualmente docente di Storia della musica presso il Liceo Musicale “G.V. Gravina” di Crotone. Sono inoltre docente a contratto di Storia della popular music e Storia del jazz presso il Conservatorio di Musica “P.I. Tchaikovsky” di Nocera Terinese (CZ) e il Conservatorio di Musica “B. Maderna” di Cesena.

X