Maria Cristina Garagnani

mcristina.garagnani@libero.it

Ha conseguito la Laurea in Lettere Moderne presso l’Università degli Studi di Bologna in data 6/03/1979 con una tesi in Estetica su “La nozione di avanguardia letteraria”, relatore prof. Luciano Anceschi. Ha conseguito il Perfezionamento in Storia dell’Arte presso l’Università degli Studi di Urbino in data 9/04/1986 con una tesi in Estetica su “La nozione di istituzione”, relatore prof. Carlo Gentili. E’ stata inclusa nella Graduatoria di Merito del Concorso Ordinario a cattedre bandito con D.M. 4/09/1982 presso l’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia Romagna, per la Classe di Concorso LXVI Materie letterarie negli Istituti di Istruzione Secondaria di II grado.

Nell’anno 1981-82 ha insegnato con incarico annuale Letteratura poetica e drammatica presso il Conservatorio “G. Frescobaldi” di Ferrara. Ha prestato servizio come docente di ruolo per la cattedra di Letteratura poetica e drammatica presso il Conservatorio Statale di Musica “G. Frescobaldi” di Ferrara dal 1/10/1984 al 30/10/1987. Dal 1/11/1987 a tutt’oggi è titolare della Cattedra di Letteratura poetica e drammatica presso il Conservatorio Statale di Musica “B.Maderna” di Cesena.

Ha collaborato alla stesura dei Programmi di sala delle opere allestite dal Conservatorio “B.Maderna” presso il Teatro Bonci di Cesena, casa editrice “Il Ponte Vecchio”,con i seguenti interventi:

  • “La giovinezza non ha che una stagione” . Confronti e considerazioni sulla diversa interpretazione del romanzo di Murger nelle due Bohème di Puccini e Leoncavallo (1996);
  • “Bouffon! Fais-moi donc rire!” (“ Fa’ ch’io rida, buffone”). Da “Le roi s’amuse” a “ Rigoletto” (1997);
  • Il “Trittico”: ovvero la morte in diretta.(1998);
  • “Philtre” o “Elisir”?. (1999);
  • La metamorfosi di Cio Cio San: da crisantemo a farfalla. (2000);
  • Marie, Margherite, Violetta: la cortigiana si trasforma in eroina. (2001);
  • “Divorzio! Divorzio!” . “Don Pasquale” : ovvero l’opera buffa si trasforma in commedia borghese. (2002);
  • L’antitesi come scontro dialettico. Due opere a confronto: “Cavalleria rusticana” e “Volo di notte”. (2004);
  • “Il matrimonio segreto”. Malinconico crepuscolo di un secolo. (2005);
  • Ipotesi di un delitto: “Mozart e Salieri”. (2006);
  • “Così fan tutte” tra Liaisons dangereuses e Affinità elettive.(2006);
  • “Gianni Schicchi” da folletto infernale a eroe comico. (2008);
  • “Che mondo amabile”. Il “Mondo della luna” tra sogno e realtà.(2009);
  • “De l’or, mon Dieu! De l’or: c’est le nerf de l’intrigue”. Il “Barbiere di Siviglia” da Beaumarchais a Rossini.(2010).

Dall’A.A. 2004-2005 è membro elettivo del Consiglio Accademico del Conservatorio “B.Maderna” di Cesena. Dall’A.A. 2006-2007 è il Coordinatore del Progetto Erasmus e Delegato alle Relazioni Internazionali del Conservatorio “B.Maderna” di Cesena. Dal marzo 2006 con nomina del Sindaco fa parte di una Commissione ristretta in qualità di Consulente dell’Assessore alla Cultura del Comune di Forlì.

X